coro secondo

io sono Elettra
dilatate in quei giorni
Elettra le sue voci
dove poco succede
le sue voci dilatate 
se non slittamenti dell'animo
in quei giorni dove poco
e ricerca di consapevolezza
succede se non slittamenti
fare i conti con le proprie radici
dell'animo e ricerca
profonde con una dualità
di consapevolezza fare i conti
vitalmente necessaria
con le proprie radici profonde
è qualcosa che fa male
con una dualità vitalmente
mostrare quanto questa incapacità
necessaria è qualcosa
nella confusione può diventare
fa male mostrare quanto
una spinta a crescere
questa incapacità nella confusione
è anzi il solo terreno
può diventare invece una spinta
per non precludersi un futuro
a crescere è anzi il solo
di ricchezza mentale
terreno per non precludersi
in una situazione dove è più semplice
un futuro di ricchezza
rimuovere o dimenticare
mentale in una situazione
non dà spiegazioni registra
dove è più semplice rimuovere
mostra è quasi un diario
obbligano a riflettere
di appunti che da soli
a interrogarsi a ricostruire
proprio perchè tali obbligano
una geografia mentale
a riflettere a interrogarsi
oltrechè fisica in cui pian piano
a ricostruire una geografia
cominciare a trovare la forza
mentale oltrechè fisica
delle risposte a recuperare
in cui pian piano cominciare
i luoghi farli rivivere
a trovare la forza delle risposte
usarli in modo diverso
a recuperare i luoghi
farsi sedurre dal fascino
farli rivivere usarli
prorompente di un vissuto
in modo diverso farsi sedurre
che ha incarnato l'energia
dal fascino prorompente
migliore di una generazione
di un vissuto che ha incarnato
che forse è un'epoca
l'energia migliore di una
uno stato mentale lo splendido
di una generazione che forse
esempio della capacità
è un'epoca uno stato mentale
di andare fino in fondo
lo splendido esempio
di non risparmiarsi di scrivere
della capacità di andare
col corpo e con l'emozionalità
fino in fondo di non risparmiarsi
la rivolta verso l'esistente
di scrivere col corpo
di non morire gratis distillando
e con l'emozionalità la rivolta
una politica dell'essere
verso l'esistente di non morire
che al compromesso all'ipocrisia
distillando una politica
degli equilibri alla teoria
dell'essere che al compromesso
del cambiamento ha anteposto
all'ipocrisia degli equilibri
un vissuto tagliente
alla teoria del cambiamento
il rapporto più stimolante
ha anteposto un vissuto
è proprio in questo fuggire
tagliente il rapporto
e ritornare nel rifiuto
più stimolante è proprio
che è innamoramento qualcosa
in questo fuggire e ritornare
che sia riconoscibile ma ancora
nel rifiuto che è innamoramento
da scoprire nel cuore
qualcosa che sia riconoscibile
dell'oscurità io sono
ma ancora tutto da scoprire
io sono Elettra
nel cuore dell'oscurità



Indice Precedente Successiva