Nanni Balestrini

ANTOLOGICA

Poesie 1958-2010

Introduzione di Ada Tosatti

 

OSCAR MOMDADORI

 

Apollo e Dioniso. Da una parte la ragione che ordina, lo sguardo dell’artista che individua, separa, riunisce. Dall’altra la potenza della musica, l’irruenza della vita, l’esplosione caotica del reale, il multiforme eterno divenire. Distacco da un lato, passione dall’altro. Utopia e sovvertimento. Sono questi i numi tutelari della poesia, pur laicissima e materialista, di Nanni Balestrini: un’esperienza creativa e umana nella quale convivono felicemente impegno artistico e civile. Romanziere, artista visivo, autore teatrale, organizzatore culturale, Balestrini ripercorre, in questa originale autoantologia, la propria parabola lirica, dandole nuova linfa e nuova vita, rileggendo il significato di un’esistenza dedicata alla poesia e non solo, disegnando il proprio autoritratto di artista e di uomo. Si riscoprono così le tappe di un percorso che ha coniugato l’epica e l’elettronica, sempre all’insegna della sperimentazione, di una distruzione e riconfigurazione dei linguaggi che è affermazione assoluta di libertà.

Febbraio 2013