V.

LA SIGNORINA RICHMOND PER ESSERE ALLA MODA ASSISTE
ALLE MIGLIORI SFILATE MILANESI


Aprono le kermesse i due appuntamenti
di oggi dalle 18,30 in via
presenta la collezione di Cappuccetto Rosso
rivisitato: con ironia in modo non innocente

in un ambiente interno/esterno
con coreografia post-moderna realizzata
dall'architetto Tommaso Buscetta
un altro pentito

che prevede fra l'altro
due grandi volte di cemento prefabbricato
in bianco caramellato
poggianti su vasconi riempiti di ghiaccio

e bottiglie di spumante
che verrà servito ai convitati mentre
fiaccole ed esercito schierati
su una passerella coperta di specchi

sfileranno modelli dai colori accesi
10 anni di sporchi affari
e mentre un gruppo di pescatori
(autentici)

offrirà ostriche à gogo sotto le luci-laser
su uno schermo gigante mobile
nel cortile si potranno seguire
corruzione e favori

le varie fasi della sfilata
lo scatenarsi degli istinti
e anche
i particolari "dietro le quinte"

la banda dei ricatti e del tritolo
10 anni di sporchi affari
dei servizi segreti
l'ospedale regala

le case agli amici
a Genova corruzione e favori
finiscono in carcere anche due assessori
per gli appalti a Bari

altri 5 arresti
la Provincia verso la crisi
caccia a 2 superkiller
nella città assediata

il più feroce dei clan
manette al sindaco camorrista
bambino gambizzato
30 arresti a Siracusa

maxiblitz all'alba
119 a giudizio in Sardegna
commissari antimafia sotto inchiesta
5 killer per 7 cadaveri

un altro pentito
ondate di arresti
per la RAI 30 avvisi di reato
43 debuttanti

l'abito bianco e l'emozione di un'entrata
in società hanno ballato con
la banda dei ricatti e del tritolo
valzer mazurke e shake

fino alle 3 del mattino
fiaccole ed esercito schierati
maxiblitz all'alba
nel giardino di Palazzo Reale

stucchi e specchiere nel susseguirsi
della fuga dei saloni e 120
chili di risotto 25 prosciutti di Parma
119 a giudizio in Sardegna

180 chili di vitello
40 fagiani 55 salmoni
5 killer per 7 cadaveri e una torta
da mille e una notte

con sopra 43 figurine di zucchero
i loro istinti repressi
in bianco caramellato da portarsi
a casa in ricordo della serata

il lupo allora è innocente?
sì: è la piccola vittima
che per prima assolve il lupo
in un ambiente esterno/interno

povero animale triste e solitario
al quale nessuno poteva chiedere
di frenare lo scatenarsi dei suoi
valzer mazurke e shake

sessuali aggressivi e che condanna
il cacciatore che per lei rappresenta
su uno schermo gigante mobile
una società che si compiace di

raccontare storie di violenza con
dovizie di
particolari "dietro le quinte"
stimolando così i

mannari a mettere in
i loro istinti repressi
in una società come questa che alleva
ostriche a gogò sotto le luci-laser



Indice Precedente Successiva