NOTIZIE

Il ritorno in Italia della signorina Richmond avviene nell'estate 1984, e coincide casualmente con quello del suo biografo in versi, che dopo cinque anni di esilio in terra provenzale era stato dalla giustizia italiana amabilmente dichiarato innocente dei più gravi atti di terrorismo degli anni di piombo.
Provenzale è il lamento del trovatore Guiraut de Bornelh (1160?1200?) sui tempi oscuri e ottusi in cui sono scomparsi le virtù e il piacere: e si intreccia (nella poesia I) col tema di un Icaro cosciente della precarietà e della fatalità del suo volo temerario. 
Anche nella terra italica che l'alata signorina torna a sorvolare i tempi sono grigi, e ogni Cuccagna è regolamentata da severe "grida" di manzoniana memoria (IV). Ma splende un arcobaleno che sprigiona dalle gabbie dei tragressori, in citazioni di classici svariati (II).
I cento colpi con cui la signorina Richmond annuncia il suo ritorno (III) si succedono alfabeticamente, e furono messi in scena dalla ballerina Valeria Magli all'"One World Poetry" di Amsterdam il 3 novembre 1984.
Il procedimento alfabetico (che sostituisce con un'assurda regola i procedimenti aleatori precedentemente esplorati) è utilizzato anche: nell'invettiva contro i cani, oggi così numerosi, floridi e protervi (VIII); nella vivisezione di una nota fiaba (IX); nel commento del piccolo Uliano a un brano di JeanHenri Fabre sulle formiche (X); e nel calendario in omaggio finale (XVI).
Altro procedimento usato è il ritornello (che in II e IV si avvale dell'ordine alfabetico): è alla base della canzone sul grande inverno freddo degli anni '80 (VI), e ritma la riapparizione (autunno 1986) delle orde studentesche, causa di tante paure e scongiuri da parte della stampa benpensante (XV).
Ma la bandiera più gloriosa della restaurazione è quella dell'effimero e della moda, che sventola sull'impetuoso sviluppo del malaffare capitalpoliticomafioso (V), e offre allettamenti incantevoli e delizie, che però minime fluttuazioni verbali bastano a smascherare (VII).
In questi festosi anni di merda, oltre agli stracci griffati alla popolazione è concesso anche un variegato ventaglio di "circenses": dal calcistico (XII) al culturale, come a esempio il Futurismo celebrato dalla Fiat sulla laguna (XI). Ma la signorina Richmond predilige il minuscolo torneo di trovatori "Diversi in versi" ospitato a Parma da Daniela Rossi (XIII), dove Corrado Costa eseguì con l'autore il 15 febbraio 1986 il testo XIV.



Indice