III. INTERLUDIO: PAROLE DA VIAGGIO


Transitorio
temporaneo
provvisorio
momentaneo

effimero
la cui durata Ŕ breve
fugace
il lampo di un istante

fuggitivo
da una parola a un'altra
parola per parola
spostandosi con un movimento continuo

in rapporto a un luogo fisso
in rapporto a un osservatore
che non fa che passare
luogo di partenza

luogo di passaggio
parola d'ordine
distanza tra le labbra
distanza tra due luoghi

distanza tra l'intenzione e la realizzazione
intenzione comune
luoghi comuni
in un luogo qualsiasi

a tempo e luogo
mettendosi in movimento per lasciare un luogo
partire da un luogo
Ŕ partito

tornando al luogo da dove si Ŕ partiti
una parola ritorna spesso
Ŕ ritornato per ripartire
fuggire laggi¨ fuggire

partire furtivamente
partire senza lasciare indirizzo
non voleva partire
bisogna partire o restare

un mattino partiamo il cervello pieno di fiamme
flutti d'inchiostro cieli di brace
il cielo finý per scurirsi
finendo le sue parole si lev˛

non sono che parole
le parole passano
da dove Ŕ passato
passa per la sua strada

che permette di andare da un luogo a un altro
notava passando
diceva di passaggio
manifestandosi per un istante

senza fermarsi nemmeno un istante
approfittando dell'istante che passa
dicendo tutto ci˛ che passa per la testa
continuando senza fermarsi

il colle Ŕ innevato non possiamo passare
i prismi iridati della neve
vedere attraverso un prisma
proiettato sullo schermo

proiezione di un'ombra
alternarsi delle tenebre e della luce
proiezione di un punto su un piano
proiezione e identificazione

farsi schermo con la mano
identificare una cosa con un'altra
corrispondenza che permette di passare
da una figura a un'altra

passare di mano in mano
passare di bocca in bocca
sono passato di lÓ
ci sono passato vicino

le ore passano veloci
corriamo verso l'orizzonte Ŕ tardi
gli orizzonti si succedono agli orizzonti
colano e noi passiamo

dal buio si passa al sole
gli occhi fissi all'orizzonte e i capelli al vento
passando la mano tra i capelli
forse per me Ŕ passato il tempo dell'amore

ci sono luoghi dove si amerebbe vivere
passando a altro
il fatto di non essere pi¨ lo stesso
il fatto di lasciare una cosa per un'altra

basta poco per cambiare tutte le cose
le cose sono cambiate
niente Ŕ cambiato
pi¨ cambia e pi¨ Ŕ la stessa cosa

tutto passa
Ŕ come se la maggior parte delle cose non esistesse
passando da uno stato a un altro
si sono passata parola

volendo cambiare tutto
ha cambiato pettinatura
cambiamento di senso delle parole
il cambiamento imprevedibile del suo umore

cambiamento di livello
cambiamento di posto
un viaggio gli cambierÓ le idee
i viaggiatori cambiano treno

i cieli deliranti sono aperti ai viaggiatori
tra le onde ignote e i cieli
visi sconosciuti
questa nuova pettinatura ti cambia molto

ti turbi e cambi espressione del viso
il vento Ŕ cambiato
il tempo sta cambiando
cambiare vela

cambiare velocitÓ
cambiare un dubbio in certezza
cambiare una pena con un'altra
cambiare continuamente d'argomento

come una nube erra e cambia forma
le nubi erravano nelle correnti d'aria
un sorriso errava sulle sue labbra
lo spazio tra le labbra

una nebbia sporca e gialla innondava tutto lo spazio
si perdeva un po' negli spazi
nello spazio interiore
non c'Ŕ spazio

mancanza di spazio
stare stretti in uno spazio limitato
guardando nello spazio
guardando nel vuoto senza fissare niente di preciso

spazio vuoto in un corpo
spazio da attraversare
situare i corpi e gli spostamenti nello spazio
spazio che separa le linee

movimento che sposta le linee
il movimento delle parole
essere nel movimento
muoversi in un universo fittizio nella menzogna

spostare il problema senza risolverlo
il problema qui non Ŕ di divertirsi
porsi altri problemi
cambiare posizione nello spazio in funzione del tempo

la fuga del tempo
la consumazione dei tempi
fuori tempo
il tempo non ha rive

il tempo dei lillÓ si avvicina alla fine
il tempo di mettermi il mantello e arrivo
il suo errore era considerare il tempo come omogeneo
solo in mezzo alla pianura

il treno attraversa una pianura
i battelli attraversano l'estuario
strada che attraversa una montagna
mille ostacoli diversi hanno attraversato il mio cammino

le nostre strade si sono incrociate
lungo la strada
cambiare strada
perdere la strada

fare strada
strada sbagliata
su questa strada Ŕ proibito sorpassare
le parole hanno sorpassato il pensiero

durante la strada si scambiarono solo qualche parola
la strada Ŕ tutta tracciata
tracce sulle labbra
muovere le labbra

non pu˛ stare un momento senza muoversi
si muove con lunghe ondulazioni del corpo cadenzate
vi siete mossi la foto Ŕ sfocata
Ŕ meglio in fotografia che al naturale

levare l'ancora per una natura esotica
Ŕ tempo di levare l'ancora
la natura penetrava in me attraverso tutti i sensi
penetrare all'interno di qualcosa

penetrare da una parte all'altra
penetrare profondamente attraverso ci˛ che fa ostacolo
il treno rallentava per entrare nella stazione
le parole si fermavano sulle labbra

il suono delle parole
suono che fora il silenzio dell'aria
il sole attraversa le nubi
la pioggia ha attraversato i nostri vestiti

avanzare sotto la pioggia
il suo labbro inferiore avanzava leggermente
il fiume dove le barche ondeggiano senza avanzare
fiume che scorre veloce

avanzava velocemente per la strada polverosa
avanzare nel cammino della vita
Ŕ andato troppo avanti per tornare indietro
dietro a lui la cittÓ scompariva

il rossore sul suo viso comincia a scomparire
il cielo rosseggiante come un muro
sullo schermo le macchie rosse s'ingrandivano sempre pi¨
grande come tutto lo schermo

appariva di tanto in tanto sullo schermo
quando appare al mattino
la nebbia sottile in cui appaiono i contorni
i contorni appaiono e scompaiono improvvisamente

tutto deve scomparire
tutto finý per scomparire
scomparire senza lasciare tracce
senza lasciare nÚ tracce nÚ indirizzo



Indice Precedente Successiva