X

Pronto qui San Babila quinto piano ancora migliaia di ombrelli che sfilano sopra gli ombrelli striscioni in ordine sparso LESBICHE CONTRO OGNI FASCISMO e LEGA ANTIVIVISEZIONE e PARTIGIANI DELLA LOMBARDIA 30400 e poi un momento multimediale in piazza San Babila dove il corteo si divide in due flussi uno va per corso Matteotti l'altro dato che corso Matteotti comincia a essere intasato taglia per corso Vittorio Emanuele mentre in San Babila su un enorme schermo televisivo si vedono le immagini della manifestazione e centinaia di persone si fermano e si guardano adesso si vede un grande fumo in direzione di corso Venezia non sappiamo se si tratta di lacrimogeni è una nuvola di fumo grandissima pronto no Massimo qui piazza del Duomo noi sappiamo che dietro lo striscione del Manifesto hanno acceso dei fumogeni e probabilmente è questo quello che tu vedi non ci risultano per ora situazioni di disordini in questo momento stiamo sentendo Rai tre che sta mandando in diretta la manifestazione in particolare il comizio che in questo momento si sta svolgendo

sentiamo adesso un altro collegamento pronto io sono nella parte centrale del corteo che viene da porta Venezia adesso siamo in Palestro vi chiamo da sotto la metropolitana che è piena di gente che sta cercando di telefonare che sta cercando di ripararsi dalla pioggia e soprattutto sta cercando un bar per potere prendere qualche cosa mi hanno chiesto ma dove sono gli immigrati che vendono gli ombrelli oggi che ce n'è bisogno non ce n'è neanche uno invece io nel corteo ho trovato diversi immigrati sparsi di diverse città sono venuti addirittura da Bari e dal casertano soprattutto senegalesi a uno gli ho chiesto ma sai cos'è il 25 aprile lui dice sì io l'ho studiato a scuola che il 25 aprile è la Liberazione dell'Italia l'ho studiato in Senegal e questo ci fa pensare all'istruzione in Italia bene ma adesso dobbiamo interromperti ecco Marco pronto adesso siamo all'angolo dei bastioni di porta Venezia il corteo della Lega sta avanzando devo dire che sta avanzando più per la reazione della polizia alle spinte che arrivano dagli altri manifestanti che perché la Lega ha veramente voglia di andare avanti

qui la contestazione continua è condotta da circa 500 persone quelle più attive poi c'è la gente che passando urla insulti e lancia monetine ci sono state una serie di spinte e controspinte tra polizia e manifestanti la Lega continua a essere un'isola circondata da polizia e carabinieri in assetto antiguerriglia ogni tanto parte qualche palla di carta bagnata bene andiamo adesso col corteo parallelo pronto sono Piero il corteo che è partito da Loreto si è diviso in due io mi trovo con quello che in questo momento è in corso Indipendenza e si avvia verso porta Vittoria per raggiungere poi il centro è quello con le delegazioni del Piemonte in particolare di Torino e questo è tutto per ora va bene andiamo avanti con Michele si sono quasi in piazza del Duomo e sto per anticiparvi l'arrivo di un tappeto rosso lungo 15 metri portato da un centinaio di ragazzi di Viterbo che fino a poco fa cantavano 0 sole mio e adesso si sono messi a cantare Bella ciao sono allegri anche se molto bagnati bene torniamo a piazza Medaglie d'oro cioè alla coda del corteo

qui la situazione è sempre uguale piazza Medaglie d'oro è sempre gremita di gente che sta aspettando di partire ma Claudio spero che non siano sempre le stesse no non sono sempre le stesse perché vedo l'alternarsi di striscioni prima H colore dominante era il rosso delle bandiere e degli ombrelli ora c'è un giallo un verde il corteo si sta muovendo non sono gli stessi però la densità è sempre quella del metrò nell'ora di punta andiamo adesso alla coda dell'altro corteo quello alternativo Daniele pronto io sono all'altezza di viale Abruzzi con Gran Sasso praticamente sono ancora in piazzale Loreto passa adesso lo striscione che chiude il corteo dei centri sociali è quello del centro sociale La Pergola la situazione è abbastanza tranquilla se ci sono problemi ci risentiremo OK torniamo in corso Buenos Aires Filippo sono in piazza Lima qui io riesco a vedere da una parte piazzale Loreto quindi la coda e dall'altra vedo fino quasi a porta Venezia è un fiume continuo di persone che però non è immobile lentamente si muove e la gente continua a rimanere fittissima

va bene andiamo in parallelo con Cristina qui ormai siamo a metà di viale Abruzzi vi ricordiamo che stiamo seguendo il corteo del centri sociali venuti un po' da tutta Italia il traffico è completamente bloccato e si avanza a passi piuttosto spediti migliaia di bandiere rosse e davanti il camion con gli altoparlanti torniamo alla situazione più incandescente sentiamo Marco è una situazione che è stata disinnescata perché la polizia ha deciso di deviare tutto lo spezzone leghista sui bastioni l'ha fatto con una decisione improvvisa ora avanzano verso piazza Repubblica lungo i bastioni stiamo a vedere dove porteranno la Lega bene qui piazza del Duomo è piena il corteo di porta Romana è bloccato non riesce più a entrare cerca di entrare un ultimo striscione ORA E SEMPRE RESISTENZA piazza del Duomo è piena ripeto però ogni tanto qualcuno si allontana quindi qualche posto in piedi lo trovate ancora sta parlando in questo momento Aldo Aniasi adesso vorrei sentire San Babila e poi risalire con le postazione fisse tutto il corteo fino a Loreto ecco Massimo pronto da San Babila ormai corso Venezia è completamente bloccato è una massa compatta di ombrelli che riesce a defluire molto lentamente il grande schermo della Rai proietta le immagini in diretta molti vivono qui televisivamente l'avvenimento pronto Cecilia corso Venezia io parlo a 300 metri dal collegamento precedente tutto l'asfalto è invaso compresi i marciapiedi i colori sono comunque la dominante sotto questo cielo che diventa sempre più grigio e con questa pioggia che non ha cessato un minuto in questo momento vedo avvicinarsi lo striscione del Pds con la gigantografia di Gramsci che avanza molto lentamente pronto Mari corso Buenos Aires angolo viale Tunisia dall'alto il corteo che mi sta passando sotto gli occhi è un'unica massa puntinata di colori si creano pochissimi spazi liberi tra le file che vengono subito riempiti da girotondi di persone da gente che balla andiamo avanti pronto piazza Lima qua c'è adesso qualche metro libero perché una parte del corteo si sta attardando con una banda una piccola banda di ottoni che sta facendo ballare un po' di gente in mezzo alla strada però dietro la massa è sempre imponente

pronto sono quasi in corso Indipendenza abbiamo saputo che il corteo dei centri sociali si concluderà con un comizio in piazza Santo Stefano pronto Claudio piazza Medaglie d'oro è passata ora la coda del corteo costituita da 200 persone con degli enormi ombrelloni blu dunque abbandono la postazione bene andiamo con Letizia pronto sono sul palco pigiata tra ombrelli che scolano e personalità ho qui davanti a me che si stanno salutando Bassolino il sindaco di Napoli e Curzi di Telemontecarlo ecco Bassolino bellissima manifestazione e una grande spinta a mantenere i valori più importanti lei oggi ha lasciato la sua città per venire a Milano si ma io ho fatto prima stamattina il mio 25 aprile a Napoli e poi sono venuto qui grazie adesso cerchiamo di avvicinarci a Bruno Trentin ecco no c'è un po' di sovraffollamento con altri giornalisti bene Letizia ci sentiamo più in là pronto si Piero mi trovo in corso Monforte davanti alla prefettura quelli che sentite in sottofondo sono gli slogan del corteo parallelo partito da piazzale Loreto quindi attenzione fra circa 5 minuti vedrete sbucare a San Babila altre migliaia di persone è tutto

bene e andiamo avanti coi collegamenti Antonella in porta Romana pronto ecco io sono a 200 metri da piazza Medaglie d'oro qui c'è uno striscione GIÙ LE MANI DALLA STORIA e poi BOICOTTIAMO IL BISCIONE ecco noi siamo dei comitati Bo.Bi. di tutta Italia noi siamo di Roma questo è un biscione lungo 10 metri in bocca ha un libro con scritto Costituzione che si sta mangiando la testa ditemi la testa del corteo è partita alle 15 e 15 voi a che ora siete riusciti a muovervi be' adesso sono le 5 ci siamo mossi grosso modo 20 minuti fa ecco questo dà un po' l'idea di questo corteo che doveva essere quello piccolo bene andiamo avanti con Sylvie sempre nel corteo di Medaglie d'oro pronto sì che sta continuando a sfilare ma nel caso che non arrivasse fino in Duomo cosa molto probabile volevo segnalare uno striscione lillà con su scritto LA LIBERTÀ È TERAPEUTICA dell'ospedale di Imola va bene andiamo con Michele piazza Missori qui la gente ha la prova tangibile di quanta è perché qua in piazza Missori è stato posto un megaschermo con la diretta televisiva e l'inquadratura dall'alto di piazza del Duomo

bene a questo punto abbiamo Marco allora c'è uno sparuto drappello di leghisti che si aggira per la città circondato da una marea di polizia e carabinieri il corteo della Lega è in via Turati l'ha imboccata adesso va verso piazza Cavour non sappiamo dove vogliono portarlo né tanto meno hanno intenzione di dircelo i funzionari della questura a voi la linea qui piazza del Duomo dove si svolgono in questo momento i comizi ufficiali che ahimè abbiamo seguito molto poco anche per difficoltà di audio ma credo che la gente sia pochissimo appassionata alle orazioni ufficiali c'è una banda di pifferi qua sotto che purtroppo non suona dei ragazzi con dei cappuccetti rossi adesso vedo che cominciano a arrivare noi non riusciamo a leggerli da qui sono dei cartelli neri con delle scritte bianche probabilmente sono i campi di sterminio con quei nomi orrendi ecco a questo punto riprenderei i collegamenti pronto San Babila il colpo d'occhio qui è una piazza che si sta ramificando in cento rivoli di persone che cercano di arrivare al Duomo per ogni strada uno slogan Berlusconi Bossi e Fini son tre piccoli porcellini il lupo rosso vi mangerà

bene segnalo uno striscione che entra adesso in piazza del Duomo DIAMO ALLA MEMORIA UN FUTURO segue i cartelli con i nomi dei campi di sterminio di cui vi parlavamo pochi istanti fa conclusi da uno striscione bianco con la scritta MAI PIÙ e la stella gialla ricordiamo agli inviati di tenere tutti i telefoni aperti perché eventualmente li chiamiamo anche noi pronto sì ecco sono Claudio sono presso lo striscione dei giovani della SCUOLA POPOLARE DI MUSICA DEL TESTACCIO che cantano sentite Oh comunisti della capitale È giunto il tempo de darse 'na smossa La manifestazione nazionale Trionfa e passa pronto Massimo piazza San Babila quinto piano persone persone persone e ombrelli migliaia decine di migliaia di ombrelli striscione A QUANDO LA LIBERAZIONE DEI SORDI? e la solita foto di Antonio Gramsci alta 10 metri portata da un gruppo non identificato a questo punto prima di cedervi la linea un interrogativo che serpeggia qui nella postazione insieme a alcuni colleghi del Corriere della Sera bisogna che qualcuno prenda il coraggio a quattro mani e cominci a dare i numeri a azzardare delle cifre passo

nessuno osa dare dei numeri quello che possiamo dire è che piazza del Duomo potrebbe essere vuotata e riempita più e più volte siamo in attesa di qualcuno che dica se siamo quei 200 mila che si preconizzava o se siamo di più non si sa possiamo dire solo che Milano è invasa ma Piero che è collegato con le strutture del sindacato potrebbe darci dei dati intanto sentiamo Mari sono in linea corso Buenos Aires dall'alto STRINGIAMO LE MANI A UN NUOVO AMICO uno striscione seguito da molti immigrati che mi stanno sfilando sotto gli occhi poi c'è il liceo Parini di Milano ma allora il corteo si muove sì si muove qui la situazione è in netto miglioramento nel senso che adesso c'è un certo movimento pronto Cecilia corso Venezia quindi posizione intermedia tra il collegamento di San Babila e quello di Mari Oh partigiano portali via continuano a sfilare molto lentamente ma costantemente urla salti pronto altro collegamento sono Michele da piazza Missori siamo sotto lo striscione che dice SE IL VENTO FISCHIAVA ORA FISCHIERÀ ANCORA PIÙ FORTE chi siete voi sono Fabrizio da Roma della sezione Trionfale del Pds quanti siete qua a Milano

siamo due pullman 100 persone ma da Roma in tutto be' non so sono partiti 2 o 300 pullman pronto è entrata in piazza del Duomo la delegazione con striscione della LEGA ANTIVIVISEZIONE ci sono tutti in questa manifestazione GIOVANI PROGRESSISTI DI BOLOGNA là in fondo uno striscione bianco e verde REGGIO EMILIA andiamo con altri collegamenti pronto stiamo arrivando chi siete sono Marco al seguito del minicorteo leghista che si trova in via Manzoni dovreste dire alla Lega che non c'è più posto in piazza del Duomo perché quella è la destinazione ultima di questo corteo adesso il minicorteo si è fermato c'è un conciliabolo tra i responsabili della questura stanno decidendo il da farsi forse si accorgono che la destinazione finale non è delle migliori vista l'aria che ha tirato finora pronto Cristina eccoci qua siamo praticamente vicini a corso XXII Marzo stiamo andando in piazza Santo Stefano col corteo dei centri sociali che si concluderà lì con un comizio alternativo e abbiamo qua uno studente si chiama Francesco è di Napoli lui non è la prima volta che partecipa a un 25 aprile ma quest'anno vuole dire che è diverso

sì è diverso perché quest'anno è la prima volta che ci troviamo davanti a un pericolo per la nostra Costituzione da parte dei gruppi politici che sono venuti al potere di che cosa hai paura ho paura che possiamo arrivare a una guerra civile come in Jugoslavia linea allo studio OK andiamo con un altro collegamento Lucia da piazza del Duomo lei da dove viene tutto cosi coperto di cellophan vengo da Genova col treno ma lei era già nato il 25 aprile del '45 senti Lucia ti devo interrompere andiamo con Cristina ecco vi chiamo da viale Piceno ci sono dei piccoli tafferugli al momento degli urli contro delle persone che si sono affacciate e hanno urlato ragazzi andate a lavorare alcuni hanno tirato dei sassi contro le finestre e immediatamente gli abitanti hanno tirato giù le tapparelle gli insulti continuano e per il momento il corteo è fermo non si vede al momento la polizia bene tienici aggiornati andiamo avanti pronto sono Antonella ancora qui al corteo di porta Romana sono con lo striscione DIFENDIAMO LA STORIA CONTRO LA CATTIVA MEMORIA chiedo a un ragazzo che ha un sacchetto di plastica in testa qual è la cattiva memoria

mah è Mussolini è inutile dirlo si sa è quella roba li bene passiamo a San Babila pronto continuano a sfilare a migliaia uno spezzone del corteo urla E Pannella dov'è cha cha cha E Pannella dov'è cha cha cha vi ripasso la linea pronto noi siamo qua gli striscioni degli omosessuali hanno raggiunto via Palestro più o meno H Planetario ci sono diversi slogan contro Formentini contro il voltafaccia di Zeffirelli molta simpatia si registra da parte di tutti gli altri partecipanti al corteo ma senti io questa adesione di Zeffirelli a Forza Italia non l'avevo vista come un voltafaccia be' qui invece rispetto alla sua identità sessuale il movimento omosessuale la reputa un voltafaccia va bene ti salutiamo andiamo di nuovo con i centri sociali Cristina ecco sì viale Piceno siamo all'altezza del numero 11 la tensione è scomparsa immediatamente quando una signora si è affacciata dallo stesso stabile dove poco prima c'era una persona che insultava i giovani e ha cominciato a buttare giù dei cappelli regalandoli e sorridendo ai giovani che passavano la tensione è scomparsa e A corteo ha ripreso ad andare

andiamo adesso con Piero pronto sono in corso Matteotti è arrivato il corteo parallelo che ha dribblato corso Buenos Aires e in San Babila gremita di gente molti si fermano davanti al maxischermo linea allo studio pronto piazza Lima sono passati ancora moltissimi striscioni I PROGRESSISTI DELLA BOCCONI e poi adesso SMEMORANDA e LE BRIGATE ZELIG dei CABARETTISTI COMBATTENTI ma penso di riuscire a vedere a questo punto la fine del corteo di Venezia dovrebbe essere a 200 metri da me perché vedo in fondo all'altezza di piazza Argentina le macchine che passano agli incroci pronto Marco da via Manzoni il corteo della Lega è a pochi metri da piazza della Scala il problema è che in piazza della Scala sta passando adesso un corteo che dev'essere quello di Loreto e cosi quelli che i leghisti hanno abbandonato in piazza Venezia se li ritrovano adesso in piazza della Scala non solo ma c'è anche il deflusso da piazza del Duomo e ogni tanto i manifestanti salutano non con particolare simpatia i leghisti ho sentito poco f a Luigi Negri che ha detto che sarà la questura a dover rispondere di quello che è successo in piazza

bene adesso è entrato qui in piazza del Duomo lo striscione del Manifesto che è stato il primo promotore di questa grandissima manifestazione e vedo a qualche decina di metri da questo striscione una specie di fumogeno rosso quello che aveva allarmato circa un'ora fa uno dei nostri cronisti che aveva visto il fumo senza capire di cosa si trattava senza vedere l'arrosto ora lo vediamo chiaramente si tratta di un festoso e tutt'altro che minaccioso fumogeno che brilla di luce rossa e lancia grandi volute di fumo sotto la pioggia un fumogeno che resiste alle raffiche d'acqua gelata che piovono dal cielo qui pochi istanti fa si sono concluse le orazioni ufficiali i comizi che noi peraltro non abbiamo seguito con particolare attenzione ce ne scusiamo con gli interessati oltre che con gli ascoltatori e qui adesso piazza del Duomo canta possiamo sentirla cantare la gente si muove gli assembramento cominciano a sciogliersi si vedono flussi che stanno abbandonando la piazza mentre altri flussi che sono le code o sono il corpo forse dei cortei di porta Romana e di porta Venezia continuano a affluire qui sul sagrato


Indice Precedente Successiva