VI

13 e 23 minuti dopo il giornale la diretta di Popolare Network sul 25 aprile ripartiamo subito alla grande con due collegamenti il primo è con Aldo che ci chiama da dove da Lambrate dove è arrivato il treno speciale da Pisa sono scesi circa un migliaio di manifestanti tra giovani e meno giovani noi qui abbiamo il compagno Arturo che ha un portabandiera con un falcione e un martellone giganteschi il compagno Arturo c'era il 25 aprile si chiamava Turi e ora ci racconta un po' qualcosa ecco compagni io sono un comunista lo sono da 25 anni e sono orgoglioso di esserlo sempre stato ma naturalmente il mio inizio non è stato un inizio cosciente da quando mi sono avvicinato alla Resistenza fino a che ho avuto la fortuna di incontrare dei compagni che mi hanno dato la formazione politica per cui non si pensi che la gente nasce comunista si diventa comunisti quando si assimila la linea di condotta che ci fa essere coerenti e conseguenti oggi compagni io sono vecchio e spero semplicemente che i giovani siano in grado di seguire l'insegnamento che noi cerchiamo di dargli

ecco come avete sentito il compagno Turi è veramente commosso va bene Aldo abbiamo un altro collegamento pronto sono Marina sono alla testa del binario 16 alla stazione Centrale nel frattempo è arrivato un altro treno speciale da Genova non affollatissimo mentre è molto affollato questo è il treno speciale da Roma al quale ne seguirà un altro da Genova alle 13 e 50 che probabilmente noi non seguiremo perché ci trasferiamo in corteo qui la gente sfila lentamente pacificamente e anche un po' sonnolenta ho fatto un calcolo che con i treni che abbiamo visto noi stamattina sono arrivate 7 mila persone un appunto la troupe di Nanni Moretti ci segue in modo indefesso dovunque andiamo abbiamo qui davanti dei ragazzi che sono scesi dal treno di Roma noi siamo studenti del liceo scientifico Cavour e siamo una rappresentanza di 15 studenti che sono venuti qui a Milano per ricordare all'Italia che 49 anni fa c'è stata una lotta di liberazione di partigiani contro il regime fascista che durava da 20 anni e che purtroppo dopo le ultime elezioni vogliono fare tornare al potere

senti fa un certo effetto che tu quanti anni hai ho 19 anni che sia tu a dover ricordare queste cose ecco qui adesso abbiamo un altro ospite di un'altra età si chiama Andrea io ho 51 anni sono qui perché mi sembra veramente che quello che sta succedendo in questi ultimi mesi sia la confusione totale la dispersione dei valori sembra veramente di tornare indietro insomma tu dici che c'è pericolo di ritorno al fascismo eh ma io penso che il vero pericolo è che non ci sia più nessun rispetto per l'altro e che oppressione si leghi a oppressione poi possiamo chiamarlo fascismo o possiamo chiamarlo in un altro modo certo senti Marina dobbiamo chiudere il collegamento ci risentiamo in corteo adesso Bologna sì pronto sono Amedeo dunque qui sono partiti tutti gli ultimi a partire sono stati alle 13 e 15 i pensionati qui da Bologna secondo le ultime stime del sindacato sarebbero partite 6 o 7 mila persone con i treni speciali e con i pullman i calcoli relativi alla regione parlano di 16 o 17 mila partenze ufficiali

senti ma allora l'Emilia è stata battuta dalla Toscana perché loro parlano di 20 o 25 mila persone ecco però c'è il fatto che noi da Bologna possiamo arrivare in macchina per conto nostro più tranquillamente di loro grazie Amedeo abbiamo adesso Mari in linea si dalla stazione Garibaldi che si è di nuovo tinteggiata di colori c'è stato un attimo di sosta perché tra un treno e l'altro c'è stata un'oretta di stazione vuota adesso ci sono di nuovo i colori naturalmente prevale il rosso però i colori sono tantissimi degli zainetti dei vari indumenti soprattutto le giacche a vento azzurre e di tutti i colori allora qui la situazione è che gli ultimi due treni arrivati hanno raccolto l'Abruzzo tutto intero in un solo convoglio 800 persone qui invece davanti a me poi ve li passo al telefono c'è la gente che è arrivata da Carrara è un treno che ha raccolto gente anche da Viareggio questi sono gli ultimi due arrivi a porta Garibaldi dopo di che io mi sposto da qui ti passo Fabio che è partito da Carrara ciao Fabio Milano è ahimè un po' piovigginosa dimmi una ragione per cui sei qui

io probabilmente un altro 25 aprile non mi sarei mosso perché era un po' svuotata di significato era diventata una ricorrenza un po' vuota ma senti come si fa a non cadere nella retorica eh a non caderci si f a presto ci si aggancia al presente ma soprattutto al futuro più che al passato con noi sul treno ci sono tantissimi pensionati che hanno una voglia di vivere e non solo di ricordare una voglia di vivere che è veramente grossa e l'hanno comunicata anche a tantissimi giovani pronto sono Mari per dirvi che è arrivato anche il treno che ha raccolto lo spezzone ligure della manifestazione ovvero Pietrasanta e La Spezia e questo è l'ultimo treno in arrivo a porta Garibaldi adesso vi lascio per andare alla mia postazione in corso Buenos Aires vi lascio con lo slogan Bossi Berlusconi Fini farete la fine di Mussolini ci risentiremo più tardi OK ciao a risentirci 13 e 39 minuti forse questo è il momento di mettere Stalingrado degli Stormy Six perché a quest'ora uno sta mangiando è indeciso dice ma che tempo farà mi vado a bagnare eccetera ma se ha un minimo di sensibilità un po' di midollo dopo avere sentito Stalingrado si decide e viene anche lui

pronto noi siamo il Comitato per l'amnistia ai detenuti politici siamo in pullman siamo verso Lodi volevo chiedervi se potete dire perché ci sono altri che vengono da altre città che noi ci concentreremo a piazzale Loreto all'imbocco di corso Buenos Aires un'altra telefonata pronto io vorrei un'informazione io ho una gamba rotta però vorrei andare alla manifestazione i metrò funzionano sì sì funzionano perché se poi non ce la faccio con le stampelle mollo il colpo pronto io sono della Fgei Federazione giovanile ebrei italiani noi abbiamo il nostro concentramento in via Scarlatti angolo Benedetto Marcello verso le 3 pronto io volevo informarvi di questa cosa rispetto alla metropolitana la stazione di Duomo è chiusa lo dicevo per quello di prima della gamba rotta pronto grazie pronto io sono appena arrivata a Milano e vi ascolto da stamattina comunque sul metrò ho trovato due o tre compagni che fanno un po' troppo casino io vi esorto di cercare di dire alla gente di stare calmi e di usare il cervello pronto io volevo dirvi che la Lega abolizione caccia noi ci troveremo pronto

speriamo che vi troviate lontano dalla Lega cacciatori si ma noi speriamo di essere tanti più di loro ci troveremo in piazzale Loreto dove c'è la Upim pronto secondo me non vi troverete mai perché si danno tutti appuntamento li però noi abbiamo uno striscione giallo molto evidente con scritto LIBERAZIONE ANIMALE e un papero che alza il pugno pronto sono Wolli dalla libreria gay Babele dove ci stiamo raccogliendo voi siete la Comunità omosessuale di Milano si e abbiamo con noi la bandiera di tutti i colori che abbiamo cucito in piazza della Scala quando sono stati celebrati i matrimoni omosessuali in occasione del 28 giugno Giornata internazionale dell'orgoglio omosessuale. allora noi aspettiamo tutti quanti qua verso le 2 e mezza poi andremo insieme a Loreto pronto sono Giuseppe della Centrale dell'arte di Brugherio volevo dirvi che stiamo partendo anche noi ci troviamo in piazzale Loreto e invitiamo tutti i giovani artisti e pseudoartisti della provincia a raggiungerci noi abbiamo uno striscione e avremo un carrello della spesa da cui esce fuori un manichino che dice Liberazione

pronto sono Pietro dal Politecnico volevo dire che tutti gli studenti del Politecnico che vogliono venire in manifestazione si trovino alle 2 e mezzo sotto la scalinata della biblioteca centrale del Politecnico pronto Lenin vive pronto be' potevi dirlo anche senza buttare giù il telefono non ci ha scandalizzato pronto ciao sono Adriano noi siamo un gruppo che veniamo da Cernusco ci chiamiamo collettivo Kiwi nel senso che ci siamo riuniti la prima volta proprio in occasione del 25 aprile e che cosa c'entra il kiwi col 25 aprile il kiwi non c'entra niente nel senso che frequentiamo un bar che si chiama Kiwi e non sapevamo come chiamarci noi ci troveremo li in piazzale Loreto pronto il Circolo culturale Italo Calvino si trova alle 14 e 30 in via Zanoli angolo via Stesani e con un suo striscione andrà a porta Venezia pronto c'è un posto per chi si perde un punto di ritrovo mah non lo so diciamo ad esempio sotto lo striscione di Radio Popolare in piazza Duomo alla Galleria tutti quelli che si perdono possono ritrovarsi li e usare la radio per ritrovarsi grazie ciao

pronto stazione di porta Romana è arrivato il primo treno da Bologna sono Mirko ma non avevate detto stamattina che si rasserenava e non pioveva più non preoccuparti era una previsione ottimistica pronto sono Pippo il macchinista sono in Centrale qui adesso i Cobas dei macchinisti partono per piazzale Loreto c'è una locomotiva che è stata allestita fatta di compensato e dietro ci siamo noi macchinisti ah tu chiami dalla Centrale ci hanno chiamato per dirci che hanno sgomberato la parte dove c'è il free shop si ma io sono dentro i binari quello è fuori se vuoi guardo e ti riferisco OK dunque vediamo altri appuntamenti Lega ambiente 15 e 30 piazzale Loreto angolo via Porpora a poca distanza dallo striscione dei Verdi Sole che ride mentre le Donne per la pace e Luogo di donne invitano a concludere in alternativa al comizio ufficiale in piazza Mercanti con un'assemblea pronto noi siamo un gruppo di Carate Brianza stiamo arrivando a Milano arriviamo col treno delle 2 e 50 benvenuti ciao pronto Aldo da Lambrate adesso aspettiamo il treno da La Spezia che è l'ultimo che manca

volevo dire che siccome io ho accompagnato spesso i compagni che arrivavano alla metropolitana quella signora che parlava di casini nella metropolitana che non meni il torrone questi ragazzi colorano la grigia metropoli di Milano quindi che non rompesse il torrone ciao sono le 14 e 15 Popolare Network state in ascolto perché per tutta la giornata noi saremo qui per raccontare quello che succede nella manifestazione nazionale di Milano pronto Pippo dalla stazione Centrale allora praticamente il free shop è chiuso ho chiesto a della gente che era fuori agitata e mi hanno detto che era chiuso per problemi di bomba sarà la solita telefonata anonima d'accordo pronto dicci ascolta io abito in Mauro Macchi di fronte alla Dia dove vedo un discreto movimento c'è un po' di maretta c'è un sacco di gente che si sta spostando da qua eh va bene ci mancherebbe è normale ci stiamo avvicinando al momento clou pronto sapete cosa vi dico meno bandiere di partiti più bandiere d'Italia eh bravo hai capito tutto tu forza Italia

pronto quelle che si riferiscono alla Casa delle donne maltrattate si trovino alle 14 e 30 in via Piacenza al 14 ecco Pi lo striscione di Radio Popolare in Tv su Rai tre si vede la piazza mamma mia come piove impermeabili ombrelli a tutto spiano faranno la fortuna degli extracomunitari che li vendono agli angoli pronto grazie a tutti da Novara io sono in servizio e non posso essere lì che cosa fai eh faccio un servizio piuttosto particolare ma voi meritate tutto il nostro applauso complimenti pronto è ancora Aldo l'infaticabile Aldo si è arrivato l'ultimo treno da La Spezia io sono sotto la metropolitana con i compagni spezzini e carrarini e qui con me ho Francesco un compagno il cui nome di battaglia quando era partigiano era Martin lui c'era ha un bel barbone bianco e un maglione iper rosso pronto da dove vieni da Carrara no vengo da Sarzana dove durante il fascismo si diceva Sarzana rossa non si tocca e tu dov'eri il 25 aprile io ero prigioniero dei tedeschi ero in Germania noi siamo stati liberati il 23 aprile

ci hanno liberati un'armata mista di marocchini francesi americani che era la quinta armata cosi dicevano e dopo cosa hai fatto dopo ho preso una carrozzella da bambini e sono andato dai contadini e mi hanno dato un po' di pane due patate cotte ho caricato tutto sulla carrozzella e sono passato attraverso la Foresta nera ci ho messo due mesi e poi sono arrivato a Costanza in Svizzera lì c'erano i campi di raccolta mi hanno raccolto e mi hanno mandato a Milano a Milano c'era qui lo smistamento mi hanno mandato a Genova poi da Genova a Sarzana a piedi quando sono arrivato ho trovato gli amici che mi hanno riconosciuto i partigiani e mi hanno fatto festa però dopo avere sofferto tanto e tribolato tanto ho chiesto la tessera del Pc e mi hanno fatto stare 6 mesi per vedere se quello che avevo raccontato era vero poi me l'hanno data senti e adesso sei ancora iscritto io mi sono riscritto quando Occhetto ha tradito mi sono riscritto al Partito comunista perché l'abbiamo rifondato noi vecchi a Sarzana abbiamo rifondato il partito e adesso siamo in 300

14 e 30 Popolare Network manca un'ora ai concentramenti dei cortei però già possiamo cercare di metterci in collegamento con piazza del Duomo dove si trova la postazione fissa di Popolare Network vediamo se ci sente io provo a alzare il cursore lentamente non c'è niente ah Sergio dov'eri ero qua solo che ci sono queste cuffie nuove dimmi come si sente si sente benissimo sembra anzi che non sei neanche in piazza del Duomo ma che sei qui al mio fianco in studio senti sparacchi un po' d'accordo lo dico al mio tecnico come va così va meglio vuoi che mi sposto un po' dal microfono no va bene cosi adesso siamo in due è arrivato Piero pronto diciamo che a Milano c'è molta gente che è al caffè non nel senso che è al bar ma che ha finito di mangiare sta prendendo il caffè e si appresta a uscire gliel'hai ricordato che cosa devono tassativamente portarsi dietro vuoi scommettere che è una radiolina esattamente posso proporre anche un impermeabile qui dal balcone dove siamo affacciato pioviccica sgocciola smette in questo preciso istante qui in piazza del Duomo sono rare gocce e sta per arrivare il sole dell'avvenire

la radiolina è strumento indispensabile oggi per una visione stereofonica della manifestazione per essere dentro e fuori contemporaneamente voi stando all'interno della manifestazione potrete avere un'idea di quello che succede intorno a voi anche lontano da voi secondo me è affascinante ed è un buon motivo per portarsi dietro una radiolina io volevo solo dire ai nostri ascoltatori dove siamo piazzati quelli che sono qui a Milano lo vedranno perché il nostro striscione è visibilissimo gigantesco è stato ripreso in Tv l'hai visto si l'abbiamo visto dunque noi qui siamo piazzati sugli archi proprio all'entrata della Galleria verso piazza del Duomo intanto i questo momento mi sono affacciato sta entrando nella piazza un piccolo corteo con tante bandiere della Cisl quelle a strisce verdi senti Piero noi cosa spingiamo spingiamo a far si che i manifestanti che ci ascoltano s ritrovino sotto lo striscione di un partito di un sindacato oppure alé cani sciolti ognuno con un proprio slogan un proprio cartello

ma per carità io direi che da come si sta delineando questa è una delle manifestazioni più libertarie della storia d'Italia nel senso che organizzazioni partiti gruppi hanno i loro striscioni ma poi come Radio Popolare ha trasmesso in questi giorni c'è una miriade di appuntamenti di gruppi di amici che si sono dati appuntamento qua e là come il gruppo Kiwi che prende il nome dal bar dove si incontrano e direi che questa è la cosa che è più in sintonia col colore di questa ricorrenza si ritrovano anche gli amici di classe gli ex studenti del Varalli per esempio proprio della serie dovevamo fare la cena di classe perché non farla unita a un momento di lotta di classe quindi si ritrovano dopo la manifestazione a mangiare il pizzone perché questa è una festa ed è sacrosanto che sia preceduta o seguita da occasioni conviviali volevo dirti questo Sergio se sei d'accordo voi sistemate i vostri ammennicoli e noi ci prendiamo ancora la linea in redazione per prendere qualche telefonata poi tra un po' cominciamo a fare i primi collegamenti con tutte le nostre postazioni e con tutti i nostri inviati



Indice Precedente Successiva