IX

Adesso sentiamo Marco come sta andando lì con la Lega guarda qua adesso sta piovendo anche più del necessario come si dice piove sul bagnato allora adesso la polizia sta allargando i cordoni nel senso che sta cercando di fare più vuoto possibile tra i manifestanti e la Lega praticamente i leghisti 150 forse meno sono un'isola sono circondati dai caschi blu della polizia il corteo sta lentamente ma molto lentamente avanzando il tentativo è di far defluire la gente dai lati della strada lungo i marciapiedi ma non tutti ne vogliono sapere di abbandonare le posizioni conquistate e quelli che passano urlano alla Lega slogan vari Vergogna vergogna Fuori fuori eccetera la soluzione potrebbe essere quella di creare alla Lega una via di fuga cioè una via d'uscita dal corteo dopo averlo fatto defluire in questo momento c'è un po' di movimento nel servizio d'ordine arrivano anche i carabinieri col casco in testa va bene ti richiamiamo più tardi adesso ci colleghiamo con Daniele eccoci qua in piazzale Loreto ancora fermi all'inizio di corso Buenos Aires ci si muove alla velocità di un centimetro ogni due o tre minuti

da segnalare solo che il camion del Leoncavallo che continua a diffondere musica in modo che la gente possa almeno scrollarsi di dosso la pioggia ballando ha diffuso le notizie della radio sulle contestazioni alla Lega la notizia ovviamente è stata accolta da un'ovazione dell'intera piazza pronto adesso Claudio da piazza Medaglie d'oro no è Massimo da piazza San Babila l'inizio del corteo ma in realtà non sappiamo se è il vero inizio del corteo o se è un inizio informale è passato in quest'ordine 5 blindati della polizia 2 file di poliziotti in assetto casco in testa e 300 persone che attribuiamo al Pds per la presenza di numerose bandiere poi 50 metri di intervallo e 200 persone che in questo momento imboccano corso Matteotti e che noi attribuiamo alla Dc con 1 2 3 4 5 12 bandiere della Dc il tutto però in una dimensione di passeggiata non di corteo dunque supponiamo che non sia la vera testa del corteo ma che sia gente che non è riuscita a entrare nelle file serrate bene pronto vediamo se riusciamo adesso a sentire Claudio pronto

sono Edgardo da Medaglie d'oro da dove sta partendo il contingente di Roma che è una cosa enorme e dietro c'è ancora gente che continua a perdita d'occhio lungo corso Lodi io l'unico telefono che ho trovato è qui sotto nella metropolitana che sta continuando a rigurgitare gente che corre su chiedendo ma il corteo è già partito ecco adesso abbiamo di nuovo Marco pronto qui è successo quello che io non mi sarei mai immaginato adesso è la Lega che cerca di sfondare il cordone di carabinieri e polizia per andare avanti fra i più scalmanati in questa impresa devo segnalare il segretario della Lega lombarda Luigi Negri adesso H corteo si è mosso il cordone di polizia e carabinieri per far fronte a questa mossa disperata dei leghisti è stato costretto a avanzare e ovviamente si è scontrato con i manifestanti che si trovano davanti e che continuano a gridare Fuori fuori pronto è caduta la linea pronto io sono dall'altro lato del corteo leghista rispetto a Marco potete sentire la gente che urla Buffoni buffoni e lancia sassolini e monetine abbiamo un elicottero sopra la testa che passa rumorosissimo e sta facendo un vento enorme

andiamo a questo punto in piazza Argentina pronto siamo qui immobili ci sono gruppi che procedono verso piazza Venezia ma solo sui marciapiedi io sono qui con la comunità degli omosessuali che gridano i loro slogan ve ne cito un paio Essere gay non è un tabù Triangoli rosa non ne vogliamo più oppure Unioni civili per gli omosessuali Davanti all'amore siamo tutti uguali va bene torniamo a questo punto a San Babila Massimo eccoci qua migliaia di persone sono passate come se avessero sfondato la testa del corteo e se ne vanno un po' passeggiando un po' manifestando verso piazza del Duomo il corteo vero e proprio inizia adesso sta transitando Achille Occhetto circondato dal suo servizio d'ordine in un tripudio di applausi e adesso arriva la banda ve la faccio sentire questa è la testa del corteo di Oberdan sotto una pioggia battente visto da qua dal quinto piano una sterminata distesa di ombrelli sta passando adesso il medagliere dietro ci sono i gonfaloni prima è passato bellissimo lo striscione CGIL MOLISE portato sulle teste per ripararsi dalla pioggia come un enorme bruco era leggibile soltanto da quassù

bene ciao mi sembra che le cose si sono spontaneamente confuse e credo che questo sia uno degli aspetti più belli di questa manifestazione la testa del corteo composta dalle autorità si sta mescolando con la folla che entra un po' da tutte le parti e accompagna come in una passeggiata il corteo verso piazza del Duomo dove ripeto piove ma meno di quanto ci segnalano i nostri cronisti dai cortei una ragione di più per sbrigarsi a venire in Duomo pronto sono Michele dalla testa del corteo di Medaglie d'oro siamo arrivati vicino a piazza Missori che è a 200-300 metri da piazza del Duomo siamo sotto lo striscione dell'Associazione dei familiari delle vittime della strage di Bologna e magari ne intervistiamo uno dimmi cancellare la memoria del 25 aprile vuol dire anche cancellare la memoria dei morti della strategia della tensione sì non bisogna assolutamente cancellare la memoria questo non vuol dire odiare la gente però è importante ricordare sempre che c'era un governo che faceva cose pazzesche e che la gente si è ribellata

pronto sempre da porta Romana qua accanto a me ho alcuni manifestanti portano delle croci bianche e una bandiera rossa ecco noi l'abbiamo fatto in memoria di tutti i caduti e deportati del fascismo e del nazismo ogni croce porta un simbolo per rappresentare gli zingari gli omosessuali gli anarchici gli ebrei e i deportati politici grazie qui continuano a cantare Bandiera rossa la canzone va dalla testa alla fine del corteo che non si vede OK io a questo punto inizierei a fare di nuovo un collegamento con tutte le postazione fisse cosi potremo vedere i due cortei dall'alto sentiamo adesso Angelo pronto qui piazza Argentina un mare di ombrelli qui la pioggia al contrario di quanto dite per piazza del Duomo continua a scendere insistente la gente continua a arrivare ma si trova bloccata dalla manifestazione che non scorre ho di fianco a me una giovane coppia con un bambino nel passeggino coperto ovviamente da un involucro di plastica perché siete venuti quanti anni avete quanti ne ha il bambino be' io sono sulla quarantina lei 32 il bambino 20 mesi è la prima volta che venite be' noi no ma il bambino si

pronto Gianmarco qui siamo in corso Lodi quindi alle spalle di piazza Medaglie d'oro qui dopo 45 minuti dalla partenza del corteo la coda non si è ancora mossa e visto che la testa è stata segnalata pochi minuti fa a qualche centinaio di metri da piazza del Duomo potete immaginarvi quanto è lungo e quanto dovrà ancora allungarsi visto che continua a arrivare sempre gente dalle fermate della metropolitana invece per quanto riguarda il sindaco Formentini che è stato udito anche qui visto che sono molte le radioline sintonizzate su Radio Popolare le sue dichiarazioni avrebbero potuto cadere come un phön in una vasca da bagno invece tutto continua a svolgersi con una compostezza assoluta non si è sentito nemmeno un coro insolente e quindi definire come facinorosi questa gente che sta sfilando sarebbe come indicare Padre Pio nel ruolo del mostro di Firenze pronto mi senti è caduta la linea pronto sono Piero vi chiamo da piazza Argentina mi sentite certo allora il corteo da Loreto è immenso un mare di gente che non riesce a muoversi e molta gente la difficoltà aguzza l'ingegno imbuca le vie laterali e punta direttamente verso piazza del Duomo

la situazione è a un punto tale che i sindacati stanno decidendo di deviare il corteo sentiamo Alfredo Costa sì dobbiamo deviare una parte del corteo per via Stradivari poi per via Gran Sasso che è parallela a corso Buenos Aires in modo da arrivare attraverso altre strade a piazza del Duomo dobbiamo deviarlo perché non ce la facciamo più c'è troppa gente e piove ormai a dirotto ecco il corteo si sta già spostando lo spezzone di Torino sta infilando via Stradivari e si creerà un altro corteo parallelo a quello di corso Buenos Aires per ora è tutto va bene ecco qui in piazza del Duomo in questo momento sta entrando la testa del corteo che viene da piazza Medaglie d'oro eccolo sta entrando proprio adesso e pensate che la sua coda come ci segnalano i nostri cronisti ancora non si è mossa sono le 4 e un quarto pronto qui Michele sotto la pioggia scrosciante avete visto stiamo entrando ci state vedendo dalla postazione si scusa un attimo Michele una comunicazione di servizio Angelo tu dovresti seguire il nuovo corteo che va parallelamente a corso Buenos Aires mentre invece Piero deve raggiungere Marco urgentemente

ecco vediamo i gonfaloni che stanno entrando proprio adesso sono parecchi mi sembra che quello là sia di Firenze c'è un gigantesco giglio in campo bianco ci sono le delegazioni della Toscana dell'Emilia Romagna del Lazio dell'Umbria i due che portano il gonfalone di Firenze sono nel costume tradizionale di sbandieratore mentre gli altri sono accompagnati dai sindaci con la fascia tricolore subito dopo c'è lo striscione di Marzabotto è un grandissimo striscione nero pronto Buffoni buffoni mi sentite sono Marco mi trovo ai bastioni di porta Venezia la Lega è di nuovo ferma e i cordoni di polizia la tagliano fuori dal resto della manifestazione che sta defluendo dai due lati la gente sfila ai fianchi dei cordoni di polizia e carabinieri e urla slogan contro la Lega Fascisti fascisti riprendiamo la linea da piazza del Duomo che comincia a essere occupata dal corteo che viene da porta Romana però anche dall'altra direzione stanno arrivando centinaia e centinaia di persone in ordine sparso e forse un terzo di piazza del Duomo è già piena adesso sentiamo la coda di piazza Medaglie d'oro

pronto eccomi sono Antonella qui c'è una fiumana di gente e io non riesco a muovermi praticamente quella che doveva essere la coda del corteo è diventata la metà del corteo perché c'è una fiumana di gente che continua in corso Lodi è davvero una folla impressionante volevo segnalarvi anche che sui muri di corso di porta Romana c'è un manifesto non firmato di risposta alla presidente della Camera Pivetti che aveva detto Mussolini ha fatto le cose migliori per le donne la risposta è infatti Mussolini chiese alle donne di fare molti figli per farne tante baionette per la patria poi ringraziò cosi le donne 623 fucilate 2750 deportate nei campi di sterminio bene Antonella in questo momento sta entrando in piazza del Duomo lo striscione MARZABOTTO PER NON DIMENTICARE qui è un bagno di folla con la pioggia battente che bagna questa folla arriva un altro corteo da una zona imprevista sono le famose bandiere democristiane le 12 bandiere democristiane con qualche centinaio di persone e soltanto in questo momento hanno finito di entrare tutti i gonfaloni di piazza Medaglie d'oro

uno spettacolo straordinario migliaia e migliaia di ombrelli di tutti i colori di arcobaleni che si dispiegano sul sagrato che è già pieno per metà e poi gli striscioni vedo CGIL MOLISE che sta entrando dalla direzione di porta Venezia ma adesso sentiamo Piero dal corteo parallelo qui migliaia di persone stanno sfilando in questo momento in viale Abruzzi scusa Piero ti sentiamo male dovresti spostarti ci risentiamo più tardi adesso abbiamo Massimo da piazza San Babila vista da qua dal quinto piano sarà per questo numero sterminato di gonfaloni di comuni di città di paesi che stanno sfilando sarà per questa marea multicolore di migliaia e migliaia di ombrelli l'impressione è di essere di fronte a un episodio mai visto bene andiamo adesso col corteo dei centri sociali pronto Daniele vi chiamo da viale Abruzzi c'è stata un'inversione immediata quasi di corsa del corteo che ha deciso d'imboccare viale Abruzzi perché in corso Buenos Aires eravamo fermi da circa un'ora e adesso stiamo andando speditamente pronto Claudio io sono in piazza Medaglie d'oro per me la situazione non è assolutamente cambiata rispetto alle 15

la gente è ancora qui tutta ferma un ragazzo che vende le magliette dice che sta facendo il bisness perché ne vende un sacco scusa ti dobbiamo interrompere abbiamo Bossi se non sbaglio pronto Lucia sei in onda si è arrivato Umberto Bossi alla testa del corteo accanto a Marco Formentini ci sono momenti di tensione perché il servizio d'ordine non ha permesso a nessun giornalista di avvicinarlo usando i mezzi forti adesso Umberto Bossi è passato da piazza Santa Margherita lasciando la testa del corteo abbiamo tentato di seguirlo ma ci hanno tagliato fuori bene allora riepilogo per gli ascoltatori di Popolare Network la situazione di Milano sotto una pioggia battente che non sembra fare un baffo a queste decine di migliaia di manifestanti non sappiamo onesta mente darvi una cifra il corteo della zona Romana ha già imboccato da 20 minuti piazza del Duomo ma la coda è ancora ferma pensate sono chilometri di persone ferme sotto la pioggia poi c'è il corteo di Venezia che è molto più numeroso e che sta imboccando a spezzoni strade laterali parallele a corso Buenos Aires qui i quattro angoli di piazza del Duomo sono assiepati di gente che sta entrando ne entra anche dalla Galleria da tutte le parti il palco è già occupato pronto sono Piero mi trovo in via Plinio il corteo ha appena sfiorato la sede della nostra radio in via Stradella e sta procedendo per viale Abruzzi mi sentite certo sei in onda questo nuovo corteo che il sindacato ha dovuto improvvisare per cercare di decongestionare piazzale Loreto sono migliaia di persone alla testa c'è lo striscione di Rifondazione comunista di Torino il corteo proseguirà fino a raggiungere porta Venezia per cui per chi è in ascolto c'è questa possibilità per raggiungere il centro di Milano per adesso è tutto OK adesso sentiamo Marco pronto io vi faccio sentire quello che succede ai bastioni di porta Venezia Fuori la Lega Fuori la Lega ecco quello che sentite è lo slogan che viene urlato in continuazione tra i due dazi di porta Venezia dove le voci rimbombano moltissimo creando un effetto molto suggestivo la gente si aggira intorno ai dazi e poi si rimette di fronte al corteo della Lega e moltissimi si sono schierati in cordone per non fare passare i manifestanti leghisti

bene qui siamo in piazza del Duomo non credo che la banda riuscirà a suonare stanno entrando il medagliere e i gonfaloni dei comuni e c'è una banda musicale che tuttavia suona sotto una pioggia torrenziale è incredibile vediamo se riusciamo a farvi percepire i suoni è la testa del corteo di Oberdan che sta entrando in questo momento mentre anche dall'altra parte continua a arrivare un flusso ininterrotto di persone a questo punto sentiamo altri collegamenti pronto corso Buenos Aires sì siamo poco dopo piazza Lima qui il corteo è straripante e un po' sommerso dall'acqua siamo molto vicini alla Standa che evidentemente è transennata con una fila di poliziotti tutto è tranquillo ogni spezzone di manifestanti si dedica alle rime più o meno simpatiche con Berlusconi qui diluvia veramente bene a questo punto andiamo con Daniele dove sei eccomi sono in viale Abruzzi il corteo dei centri sociali si è accodato a quello dei sindacati che ha imboccato le vie laterali confermo il diluvio il traffico è completamente impazzito

i vigili non ci sono a controllare il traffico sono gli stessi organizzatori che devono bloccare le macchine ripasso la linea allo studio pronto chi sei sono Michele da piazza Missori per confermarvi che la gente finalmente si è resa conto di essere veramente tanta tantissima forse prima il corteo era un po' silenzioso anche perché non si capiva bene la portata dell'evento ma qui entrando in piazza del Duomo la gente ha capito che è veramente una grossa manifestazione e lo si legge un po' questa soddisfazione anche sui visi delle persone che pur piovendo a dirotto noncuranti della pioggia continuano a camminare qui dietro ci sono 2 chilometri di gente se non di più vorrei aggiungere che dalle stradine laterali tuttora e sono le 4 e mezza continua a affluire gente che si unisce a questo serpentone che va e quindi me la vedo molto brutta per la coda del corteo pronto ho qui Napolitano come le è sembrata questa manifestazione bellissima molto serena e molto forte lei ha fatto proprio il percorso del corteo si come vede da quanto sono inzuppato ho fatto proprio a piedi tutto il percorso del corteo



Indice Precedente Successiva