Nono capitolo

Tutt'a un tratto si ferma davanti a un semaforo. Le piante delle aiuole cittadine specie lungo i viali a forte traffico mostrano lesioni percettibili a occhio nudo. Nasce sotto il Passo di Novena e descrive nel tratto superiore un grande arco con la convessità a N poi a E. Gode di un'assoluta libertà di direzione come dimostreremo nel corso della presente opera. Cercai di seguirlo ma leggeva troppo in fretta. C sorrideva. Erano dei veri C dalla figura atletica dalla fronte alta e spaziosa il naso grosso ma non schiacciato i denti bianchissimi i capelli lanosi tinti in rosso spiccavano su un corpo nero e lucido alle orecchie portavano pendagli d'osso ed erano per la maggior parte nudi. Alzai una mano per afferrarla e trattenerla. Si avviò lentamente poi la velocità aumentò gradatamente. Le sue mani annasparono in aria. Le cosce sono diritte. Gli accarezzò le mani. Le mani di lui la carezzarono sulle gambe e entrambi i corpi si distendono. Le gambe sono allargate le braccia tese leggermente piegate. Non. ebbi mai rapporti intimi con C. Il primo quando sta per allontanarsi e poi si ferma e l'altro analogo al precedente ma piuttosto relativo a C subito dopo che C si allontana per andare a lavarsi le mani. Ho freddo. Non ne avevi avuti mai? mai. Verso mezzanotte vedendo che tutto era tranquillo tornai in cabina e mi addormentai sereno. Squillò il campanello dell'ingresso. Quando vivevate a C vi aiutava qualcuno a pagare l'affitto. C attraversò il salone e andò a mettersi con le spalle al camino. Le figurazioni delle caverne appaiono e scompaiono da un momento all'altro. Terzo considerare il bianco come la parte piú vicina e il nero come sfondo e registrare di nuovo per tre minuti. Guardò dappertutto.

Prosegui ma dovette fermarsi un po' piú avanti a un semaforo. La luna che aveva rischiarato le prime ore della serata era scomparsa. C'è un pezzo largo una trentina di centimetri che esce da ambo i lati dello schermo e ha delle strisce grigie poste verticalmente per tutta la sua lunghezza. I botanici dell'Accademia di Scienze di Pietrogrado riuscirono a riconoscere tra questi resti un certo numero di vegetali. Il sentiero ricoperto di ghiaia fiancheggia il nuovo villaggio residenziale e si addentra nel bosco. Nelle quattro canoe che potevano essere lunghe cinquanta piedi e larghe cinque si trovavano centodieci selvaggi in tutto. C disse che capiva. Dimenticare tutto. Tutto si svolge nello spazio delle lenzuola. Verso la fine di ottobre ritrovò pian piano il sonno, seppure a prezzo di sogni terrificanti. Le mani strinsero il suo corpo e sollevò le mani fino al viso di lui e glielo sfiora. Era piena di gioia di vivere mentre chiacchierava con le due ragazze al suo fianco che ridevano di qualcosa che lei aveva appena detto. State sdraiata sul divano col telefono per terra e muovendovi in continuazione. Lasciare asciugare per qualche minuto poi ripassare con la spazzolino e il cosmetico. C sedette sull'orlo del letto. lo dormo rispose C. La vernice grigia delle pareti del corridoio odorava di fresco non c'erano porte e la luce veniva da lampade appese al soffitto. Gli avvenimenti delle ultime ventiquattro ore erano stati una prova non indifferente per le sue capacità intellettive e ora mentre se ne stava come paralizzato sotto la luce della luna il suo volto rifletteva un pallore verdognolo che non era dovuto soltanto ai raggi lunari. Eppure si rese conto che non sapeva ancora niente di lei.

Qui lei andò nel bagno. In questo effetto vanno via insieme. A causa di ciò la distanza di ripresa è notevolmente piú corta dell'ampiezza della vista. C restò impietrito davanti allo schermo tornato buio. Uno strano senso di solitudine e di distacco da tutto il mondo s'impadroní di C. Ammettiamo che tutto sia come avviene in realtà che il mio corpo sia un sistema di organi di senso in rapporto con l'organo centrale C. Bisognerebbe alzarlo di piú e aprirlo con la gialla. Le particelle sì ingrossano per agglutinazione e si fissano sulle pareti del cilindro dalle quali sono prelevate da un velo d'acqua. Afferro il bicchiere che mi porge e bevo lentamente. L'afferrò e bevve un'altra sorsata. Non aprimmo bocca. Si è solo parlato di un certo signor C ma tutti dovrebbero riconoscere in lui uno del principali protagonisti. Mi viene da ridere. Bevve adagio il caffè poi posò la tazzina vicino al libro che stava sfogliando. Le sue mani muovendosi toccarono la seta del piumino. La mano sinistra di cui è appena tracciato il contorno sembra affondare nell'addome. Rilassatevi di colpo e riposate. Sullo schermo apparvero alcune cifre che furono immediatamente annotate dai presenti. Alzò gli occhi e lo guardò fissamente. Era l'unica persona che mi confortava dimostrandomi amore considerazione affetto. C le camminava accanto in silenzio. È pericoloso andare a sinistra senza avvicinarvi alla linea dei pali. C si era fermato si guardava intorno trattenendo il respiro. Rare gocce di sudore gli imperlavano il viso abbronzato. Vi è ancora un terzo tipo di conflitto che si verifica quando si è incamminati lungo una via familiare per perseguire un qualche fine e si presenta una nuova e affascinante opportunità.

L'autismo cioè la convinzione di essere un superuomo non soggetto alle leggi della società. C parlò ancora mentre ero intento a esaminare il foglio. Sullo specchio appare riflessa C. Non c'è modo di fare altrimenti a meno che non si voglia restare nella situazione iniziale. Non è facile. Semmai nero è piú facile. Che cosa ne sai. Se si naviga col vento in poppa con un mare molto grosso generalmente si incorre in guai perché il vascello imbarca acqua a poppa e subisce del violenti colpi di beccheggio. Venti minuti dopo salivamo a bordo. Alle sei di sera eravamo di nuovo sulla spiaggia il nostro canotto era al solito posto e il C si cullava sull'acqua a due miglia dalla riva. Ancora un po' alzalo adesso. Il nostro canotto era arenato a una ventina di passi. Durante la rotazione C tocca un attimo con la mano la cassa. Adesso tira via tutto. Tutte esistono simultaneamente. Non capiterà mai piú. Poi succede che c'incontriamo per caso e parliamo un po' del piú e del meno. Mi disse che prima o poi avremmo dovuto sposarci. Ciascuno per suo conto. Andai subito a C perché desideravo parlarle. Andai a letto con C quattro o cinque volte. La sesta volta la situazione si è fatta piú rosea. La situazione ha cominciato a farsi precaria fin dalle prime ore del pomeriggio quando approfittando della giornata semifestiva una folla crescente in automobile e sui mezzi pubblici si è riversata verso il centro e verso le arterie dove piú numerosi sono i negozi. Di li o da un'altra parte tanto era lo stesso. Perché è desiderabile non solo una luminosità sufficiente ma anche un'elevata nitidezza del contorni e una certa brillantezza che sono indispensabili per la raffigurazione dell'immagine. Dammi i tempi. Si mi diverto molto.

Cosa c'è da ridere. Domani è sabato no domani è venerdì. L'accompagnai a letto e dormimmo l'uno vicino all'altra. Succede sempre cosí. Riaffiorare di tradizionali debolezze e di vecchi retaggi storici sotto istanze intellettuali e morali che non avevano saputo maturare una autentica coscienza storica. Questo termine mi fa orrore. Aveva letto molti libri sull'argomento da quando aveva cominciato a rendersi conto del fallimento di C ma solo questo gli aveva fornito una spiegazione. Nausea o vuoto allo stomaco. Pareti e soffitti s'incurvano lievemente in ogni direzione possibile. Naturalmente potrebbe anche essere un paesaggio battuto dal vento perché ci sono delle cose che potrebbero essere alberi piegati dal vento. Guardò fuori dalla finestra piegandosi in avanti e restò in quella posizione per alcuni minuti. Di nuovo nessuno parlò per un minuto o due. Vide delle luci lontane che si muovevano sul fianco della montagna. Cambiano continuamente nella forma e direzione e qualche volta anche nel colore. Stette un po' a pensarci poi decise di riprendere la discussione. Prende a parlarle dolcemente. Il tentativo si rivelò infruttuoso ma alcune settimane piú tardi decidono di partire per un viaggio. Di li in aereo avevano raggiunto C. Mammut e renne vagavano nelle steppe fredde nei rari boschi di conifere e con loro vivevano bisonti cavalli selvaggi lepri volpi polari. Passano lunghe ore nella palude di sago da cui risalgono con gli occhi iniettati di sangue per la fatica stanchi e incapaci di qualsiasi attività. Tre grossi cavi nettamente spaziati penetravano nella darsena calando da un palo e portati da altri due risalivano verso la casa sul lato opposto della strada. Seguendo il movimento dei cavi.

Una volta realizzata la costruzione ogni movimento ogni inclinazione sospetta è compensato meravigliosamente da uno spostamento del centro di gravità. Si tratta di tre movimenti distinti non di un unico movimento continuo. Quando il fumo esce dalla caldaia passa nel cilindro dove le particelle solide non riescono a superare questa specie di diaframma idrico il quale ha lo spessore di un metro. Fece qualche passo poi tornò verso di lei. Il corpo sottile della ragazza tremava convulsamente. Ha un momento d'incertezza. Per un momento si tenne semplicemente immobile poi si accorse che tremava violentemente in tutto il corpo. Aveva le lenzuola tirate su fino alle spalle. Distesa a terra fronte in basso gambe unite mani sotto il tronco all'altezza delle spalle palme poggiate sul pavimento. Tutti bagnati. Entra C avvolta in una coperta. Non c'è piú la febbre. Indossava una gonna nera di lana lunga fino al piedi. Lasciami adesso. E adesso dove andiamo. L'ippopotamo va via. Tutto va via vanno via tante di quelle cose che tu adesso non ti immagini nemmeno. Non c'è piú niente da bere. Basta che non ti chiedano dove sei stata. E sei lo stesso triste. C rimase immobile senza rispondere. Distesa a terra fronte in alto ginocchia piegate piedi sul pavimento braccia leggermente in fuori. C prende il tè e beve. Torna verso la finestra lisciandosi i capelli. Il paesaggio nel suo complesso mi fa pensare a due possibilità. Vi è una massa di nuvole chiare verso il centro del paesaggio con le nuvole che vanno oscurandosi man mano verso L'orizzonte. Poi escono e camminano verso il paesaggio. Entrano in casa. Prese a salire lentamente tenendola per mano e parlandole a voce bassa senza mai interrompersi.

C salí lentamente le scale appoggiando i piedi in posizione perfettamente piana sul margine esterno dei gradini dove era meno possibile che le assi scricchiolassero. Lasciò cadere il cappotto sulla sedia. Si alza stancamente. Non ho mai visto nessuno riprendersi cosí rapidamente. Non sono mai stato cosi triste. Era inginocchiamo in mezzo alla stanza coi gomiti appoggiati sul pavimento. Si alzò molto adagio dalla poltrona depose il blocco di note sul tavolino al centro della stanza fece qualche passo verso la finestra. Dall'alto della collinetta di C nella parte occidentale dell'isola si domina il vasto panorama della bella campagna che alterna regolarmente campi coltivati e boschi. Attraverso zone oscure che fanno considerevole ombra strati orizzontali di nuvole con il sole dietro forse riflesso al fondo da un oggetto luminoso come una massa d'acqua. La determinazione del calore liberato coincise con una approssimazione di meno dell'1% con i valori che egli aveva preventivamente calcolato sulla base delle misurazioni dell'ossigeno e dell'anidride carbonica. Rimase immobile tanto che mi chiesi se non stesse per svenire. C si strofinò il collo. Riempi il lavandino e cominciò a strofinarsi con l'acqua e un asciugamano ruvido prima la mano che era stata macchiata del sangue di C e poi la spalla sulla quale aveva tenuto premuta la testa. Senti sulle spalle la mano di lei. Era l'unica persona che mi confortasse dimostrandomi amore considerazione affetto. Continuò a pensare a lui mentre C camminava nervosamente su e giú per la stanza. Non si dissero altro. Non occorrono spiegazioni. Secondo me basta avere un po' d'immaginazione. E adesso non parliamo piú di tuo marito. Sai che ti ,Deciso sempre. Si è molto triste. E passai il pomeriggio.

Cosí ha inizio una nuova narrazione. Ha lo sguardo fisso nel vuoto ma sembra non ci sia odio nei suoi occhi che semmai esprimono una sorta di doloroso stupore. La sua vita familiare non gli era di molto giovamento. Lo disse senza forza senza convinzione. Che cosa è dunque rimasto. Doveva uscire dalla vita di quei due esseri e portare altrove il suo cuore deluso. Fa troppo caldo qui. Ritornò al telefono. Si asciuga il viso. La giornata sarebbe stata calda. Se trascrivessimo l'uno sotto l'altro tutti gli esempi compresi nel nostro materiale nell'insieme otterremmo come risultato la successione da noi indicata nell'enumerare le funzioni. Si volta verso lo scaffale tenendo fra le braccia alcuni libri. Le pareti tremavano e trasudavano vapore. Il cielo è azzurro. L'orizzonte è chiaro verso nord. Niente rimpianti né inutili sentimentalismi. Appoggiò il libro sul comodino accanto al bicchiere. Perché non lo fai tu. Non c'è nessuna ironia. Tutto dipende da te. Aveva il viso contratto delle vere lacrime agli occhi si voltò per accendere un'altra sigaretta con le dita lunghe da adolescente. Poi accese le luci nella stanza. Tutto era immobile e silenzioso. Alzatosi tirò i tendaggi. Potrebbe anche esserci un paese sul margine destro della zona pianeggiante prima ricordata sul centro destra. Chiuse la finestra e tornò verso il centro della stanza. A volte l'azione può semplicemente essere ripetuta meccanicamente. Ne avevo abbastanza di questa commedia. Parlando teneva gli occhi fissi su C. Poi lentamente molto lentamente il significato preciso di quelle parole cominciò a entrargli in testa. Nel mese di luglio C fece un viaggio risalendo il fiume con la nave fino a C e al ritorno decise di abbandonare C.

Lo guardò fisso negli occhi mentre pensava che mai sarebbe riuscito a dirgli la verità. Mi disse che prima o poi avremmo dovuto sposarci. C lo guarda attraverso il vetro. Da quest'ultima serie abbiamo scelto le immagini che c'interessavano perché offrono migliori possibilità di scoprire segni di vita. Perché aveva pieno controllo sulla mia vita. Va t raccontare tutto quello che c'è nei miei cassetti. Poi per la forza delle cose si assiste alla fine a una presa di coscienza che del resto è molto limitata. Poi disse che quella sera era rincasato tardi aveva bevuto molto ed era andato a dormire. Perciò me ne andai. Quando arrivai trovai C già pronta che mi aspettava. Lo accompagnò alla porta e sulla soglia gli disse addio. I vestiti di C stavano ben piegati sopra una sedia. Sulla curva di questo arco stanno enormi forme di mammut giganti. Ero da C sono stata a letto con lui. Si rispose C con un'alzata di spalle quasi impercettibile. Una delle porte dell'armadio era aperta e C notò che i vestiti da donna li appesi erano di meno rispetto all'altra volta. Si giunge anche alla conclusione che doveva essere morto in autunno. Tirandosi su proprio mentre sta per cadere dalla sedia. Piú forte dell'istinto di conservazione lo ha portato a descrivere i fatti con una ferocia non inferiore a quella di cui ha dato prova durante i fatti. Non erano neanche gli stessi. Il mare era calmo e liscio e il sole si stava alzando. Prese a correre sotto il sole già alto fino a dove terminava la spiaggia. Ivi le pareti rocciose sono cosí levigate e lisce come se un ghiacciaio vi fosse passato sopra. L'ultima classe comprende indici fugaci di un movimento. Questo fenomeno sgradito può essere contrastato con carta molto lucida. Tutto è scritto. Non c'era altro.

S'interruppe di colpo per non lasciare intendere piú di quanto desiderava. Poiché le caratteristiche lineari naturali non dovrebbero apparirci rettilinee per lunghe distanze né incrociarsi tra loro almeno una di quelle visibili sulla fotografia dovrebbe essere una strada. Fece una pausa. Se il contatto deve essere stabilito in qualche modo ciò può verificarsi soltanto mediante l'interposizione di un medio termine materiale. In fondo alla strada si vedeva una macchia scura. Sono gli edifici che circondano la piazza del municipio il cuore della città dove il traffico è intenso ad ogni ora del giorno e della notte. All'inizio della nostra storia C viveva a C. Disse che aveva bisogno di cambiare ambiente. Allargando le braccia. Una delle prime frasi che gli erano venute in mente. Mordicchiandosi le dita o le labbra. Ancora sorridendo C fece segno di si col capo. Una volta ci aveva creduto. Si voltò verso di lui. Come era cambiato. Avremmo potuto farne a meno. Voltò gli occhi verso la finestra dove era stata C. Nella figura di C i seni hanno cinque linee circolari l'area pelvica e il ventre sei. Se lo avessi sposato lui certo non se la sarebbe presa per certe cose. Le donne a volte restavano per la notte? a volte. Non saprei dire che età abbia esattamente. I ricercatori sopra citati riuscirono a ottenere in ripetuti esperimenti effettuati su pazienti fatti regredire al primo mese di vita un riflesso in estensione tipico del neonato. Malgrado questa restrizione i dettagli osservati furono sufficientemente abbondanti per trarre qualche conclusione. Non fermiamoci qui. Continuarono in questo modo per una buona mezz'ora. Passarono alcune settimane e si ritrovarono nuovamente in casa di C per discutere della nuova situazione creatasi. Per divertirsi.



Indice Precedente Successiva